DART 2121 2ND EDITION. NFT ART OF THE FUTURE- Dal 30 marzo al 24 maggio 2022

Pubblicato il
29 Marzo 2022
Categoria
Mostre

Dopo il successo riscontrato dalla prima edizione di “DART 2121. CRYPTO ART IS NOW”, DART Dynamic Art Museum propone al piano terra la seconda edizione della mostra, intitolata “DART 2121. NFT ART OF THE FUTURE”, introducendo importanti novità. La scena artistica dell’Arte NFT continua a vivere un periodo di crescita esponenziale, attirando su di sé grande curiosità ed entusiasmo sia da parte del pubblico che dei collezionisti. Per questo motivo, in questa nuova edizione DART punta a proporre una maggiore interazione tra il pubblico e la mostra, volta alla creazione di un’esperienza coinvolgente con le opere e il contesto museale.

La prima novità importante di questa edizione è l’introduzione del Metaverso, un mondo virtuale parallelo a quello reale attraverso il quale DART si propone di studiare e attivare l’interazione fra arte e intrattenimento virtuale. Diversi sono i metaversi coinvolti nella mostra.

 

The Sandbox, che è anche main sponsor della mostra, è un mondo interattivo costruito su terre virtuali dove gli utenti possono creare, giocare e monetizzare all’interno delle varie esperienze. In questo universo, basato sulla tecnologia blockchain, ogni oggetto digitale è un NFT e può essere creato e venduto mediante una valuta proprietaria, creando vere e proprie interazioni economiche tra i suoi utenti e rivelandosi dunque ideale anche per gli artisti digitali e gli sviluppatori di videogame ed esperienze interattive.

 

Nella mostra trova poi spazio il metaverso Decentraland, con lo speciale progetto Vegas City Arts Village, il distretto commerciale a più alta frequentazione contenente 85 gallerie autogestite con focus sull’arte digitale; Spatial, contenitore di spazi adibiti all’esposizione e fruizione di creazioni digitali in ambito culturale creativo, è caratterizzato dal fatto di avvalersi di uno scanner video evoluto in grado di riprodurre fedelmente la figura umana dell’utente; Arium, che consente ad artisti e curatori di creare esperienze espositive interattive e di connettersi con le loro comunità in uno spazio sociale condiviso. Oltre ai già citati, saranno presenti anche i metaversi Musae e Martix, oltre a DART che presenterà il proprio DART Dynamic Metaverse, all’interno del quale saranno visibili le mostre in corso negli spazi fisici del museo e due mostre speciali in esclusiva.

 

La seconda novità è che verrà presentata per la prima volta in uno spazio museale un’ampia selezione di Collectibles, creazioni digitali realizzate principalmente tramite algoritmi di Intelligenza Artificiale che creano collezioni randomizzate basate sul principio dell’unicità dei singoli elementi, che rappresentano nell’ambito NFT un settore di grandissimo interesse per i collezionisti appassionati.

Oltre ai Collectibles già affermati, verranno presentati, i nuovi e interessanti Teddy Bear, concepiti sulla scia del Bored Ape Yacht Club, e i Dossier di N°44, che introducono un nuovo tipo di NFT che integra sapientemente letteratura e arte, raccontando la storia del primo androide emotivamente avanzato creato dal gruppo di ricerca DustyEye, composto da eccellenti scrittori e illustratori. Altro Collectible di natura completamente diversa è l’opera Pieces, la prima opera d’arte che presenta divisi in 350 token l’immagine digitale del corpo dell’artista Eva Generosi: una provocazione che fa riflettere lo spettatore e allo stesso tempo rivendica l’emancipazione e l’autodeterminazione dell’artista, dimostrando come gli NFT abbraccino ormai i più svariati campi della rappresentazione artistica e non solo. Sarà infatti in esposizione anche una selezione di Collectibles tratta dalla capsule collection NFTs lanciata da Sease, lifestyle brand italiano fondato da Franco e Giacomo Loro Piana, insieme a Private Jet Pigiama Party, marchio leader che sfrutta l’innovazione blockchain all’avanguardia per fornire oggetti da collezione di prossima generazione che uniscono realtà cultura e lusso, disegnata dall’artista Benny Robinson e Franco Loro Piana.

Nella terza sala troviamo l’incontro fra opera tradizionale e Arte NFT. La piattaforma .artmirable offre infatti la possibilità di visionare l’NFT dell’immagine digitale dell’ormai famosissima opera di Banksy The Flower Thrower, della quale saranno esposti sia il reale trittico originale, sia la sua immagine digitale.

 

Nella terza sala sono inoltre ospitati i venti Artisti NFT della seconda edizione di DART 2121. Le opere selezionate sono le più significative di ogni artista, esposte in modo da enfatizzarne l’aspetto emozionale e il coinvolgimento col visitatore. Tra gli altri, saranno presenti Federico Clapis e Six N. Five con installazioni ambientali, Luna Ikuta con una ricerca sui fiori e il loro respiro presentata in realtà immersiva in anteprima globale, l’opera di stampo concettuale di Kevin Abosch e il nuovo grande progetto di Andrea Bonaceto che sarà presentato in esclusiva il 17 maggio.

 

“DART 2121. NFT ART OF THE FUTURE” è a cura dall’Ufficio Curatoriale di DART Dynamic Art Museum, con la curatela di Bruno Pitzalis per la sezione dedicata al Metaverso.

 

 

Info:

“DART 2121 2ND EDITION. NFT ART OF THE FUTURE”

 

Artisti

 

KEVIN ABOSCH . AEFORIA . ANYMA . ANDREA BONACETO . VITTORIO BONAPACE . ANDREA CHIAMPO . FEDERICO CLAPIS . NATE HILL . LUNA IKUTA . MAD MARACA . MIGRATING LINES . REKA NYARI . ANNIBALE SICONOLFI . SIX N. FIVE . RIBANA SZUTOR . TOOMUCHLAG . VEXX . JESS WISEMAN . AMIR ZAND . ONDREJ ZUNKA

 

——

 

DART 2121 2ND EDITION. NFT ART OF THE FUTURE

30 marzo 2022 – 24 maggio 2022

 

Orari

lunedì – venerdì: 10 -19
sabato – domenica: 11-19

 

Biglietti:

biglietto intero: 10 euro
biglietto ridotto: 6 euro

card semestrale DART valida per ingressi illimitati per tutte le mostre: 15 euro

 

CONTATTI

www.dartmilano.com

dart@dartmilano.it

+39 02 94382885

 

——

 

UFFICIO STAMPA

Barbieri & Ridet

info@barbieriridet.com

+39 02 58328232