IBRAHIM KODRA e i suoi compagni di strada: ’50 e ’60.

Pubblicato il
29 Settembre 2017
Categoria
Mostre

Il Museo della Permanente di Milano presenta “IBRAHIM KODRA e i suoi compagni di strada: gli anni ‘50 e ‘60”. La mostra comprende una trentina di opere della Fondazione Ibrahim Kodra e  intende riscoprire una stagione dimenticata dell’artista, quella degli anni Cinquanta e Sessanta. E’ il periodo in cui Kodra, giunto a Milano nel 1938, si avvicina all’informale dopo un periodo astratto-geometrico vicino al neocubismo e al concretismo del M.A.C.  La sua pittura di colore e di gesto si carica però di echi e memorie, giungendo al recupero di una figuralità onirica e fantastica.

KODRA e le opere della collezione della Permanente

La mostra si allarga a una serie di opere, appartenenti alla collezione del Museo della Permanente, che rievocano il clima artistico della Milano dell’epoca. Sono esposte opere del periodo astratto-concreto di Birolli,  Cassinari, Ajmone; del realismo esistenziale di Ceretti, Romagnoni, Vaglieri, Martinelli, Bodini; di Meloni e Peverelli; della stagione informale di Francese, Chighine, Milani, Sturla, De Romans; di Pietro Cascella.

Sabato 14 ottobre 2018, in occasione della Tredicesima edizione  della Giornata del Contemporaneo, Elena Pontiggia  tiene una conferenza dal titolo “Ibrahim Kodra, nella Milano degli anni Cinquanta e Sessantaalle ore 17 (con proiezione di diapositive).

scarica il comunicato stampa

Info:

IBRAHIM KODRA e i suoi compagni di strada: ’50 e ’60.

a cura di Elena Pontiggia

in collaborazione con la Fondazione Ibrahim  Kodra

inaugurazione con conferenza 14 ottobre ore 17

apertura mostra  15 ottobre- 5 novembre 2017

orari tutti i giorni, 9.30-19.00

ingresso libero

Ufficio Stampa

Cristina Moretti ufficiostampa@lapermanente.it | Anna Miotto anna.miotto@lapermanente.it

tel. 02 6551445