Achilli Ernesto

Spirale logaritmica
olio su tela, 2012, cm. 200x250

Biografia

Nato a Santa Maria della Versa (PV), nel 1938, inizia a dipingere con una certa assiduità agli inizi degli anni sessanta a contatto con Pinot Gallizio e l’allora Cenacolo di Alba. Ha frequentato il Liceo Artistico Statale di Milano, la Scuola degli Artefici presso l’Accademia di Brera e Calcografia alla Scuola Civica d’Arte di Pavia. Terminati gli studi artistici, sviluppa una pittura ricca di materia orientandosi ad una sorta di figurazione con estrema semplicità, anche in senso culturale, per soddisfare il proprio profondo desiderio di natura. Con gli anni la sua pittura si movimenta più decisamente, accogliendo in modo personale le sollecitazioni artistiche. Successivamente, recuperata la discorsività coloristica, si orienta definitivamente verso una nuova figurazione. I soggetti rappresentati richiamano i paesaggi agresti della terra padana e rappresentazioni di silenziosi oggetti della vita quotidiana che ingranditi assumono un’aria monumentale e poetica.
In questo ultimo periodo si concentra su geometria e forme naturali in modo da far acquisire automaticamente le proporzioni auree al dipinto.
Come principio ispiratore di tutte le arti, la natura è esempio lampante della perfetta armonia divina. Quando crea un dipinto tiene presente lo scheletro strutturale che, generalmente, consiste in forme geometriche, poi occultate dal colore; tale processo però rimane implicito nell’opera finale.
Negli ultimi lavori ciò che rimane dipinto in maniera esplicita sono forme geometriche e soggetti naturali. E’ una ricerca continua e meticolosa; le opere sono caratterizzate da una profondità di indagine e da forte capacità espressiva. Con esse conferisce all’ordinario un senso elevato, allarga gli orizzonti e trova nel quotidiano l’aspetto straordinario della vita. Nel produrre un’opera, traduce in immagini la freddezza intellettuale propria della scienza, composizioni equilibrate da un punto di vista matematico e piacevoli da un punto di vista estetico.
Oltre che pittore è anche un abile incisore.
Collabora con diverse gallerie italiane. Risiede e lavora a Santa Maria della Versa (PV) e ad Abbiategrasso (MI).
Di lui hanno scritto tra altri: Siro Brondoni (PV), Maurizio Bernardelli Curuz (BS), Giuliana Mazzola (BS), Giuseppe La Barbera (MI), Gian Carlo Torti (MI), Federica Dafarra (PV), Jlenia Selis (MI), Alessandra Redaelli (MI), Giorgio Lodetti (MI), Paola Cerini (MI), Matteo Metta (MI), Lino Veneroni (PV), Fabio Bianchi (PC), Fabrizio Tassi (MI).



Contatti

Achilli Ernesto
ABBIATEGRASSO VIA NULLO 7
Tel. 0294960760
Mail ernesto.achilli@email.it
Sito web www.entroterra.it/achilli.html


Esposizioni

”1,618…guarda che combinazione"
2014 Abbiategrasso (MI), Castello Visconteo

"Spira Mirabilis"
2012 Vigevano (PV), Spazio Contarte Roncalli

"Natura"
2010 Magenta, Palazzo Comunale

"Accadde e accade"
2009 Vigevano (PV), Palazzo Sanseverino

"Natura..oltre..e.."
2009 Robecco S/N (MI), Palazzo Archinto

"Natura e oltre"
2009 Vigevano (PV), Galleria Il Salotto del Tempo

"La natura ritrovata"
2008 Abbiategrasso (MI), Castello Visconteo

"Natura"
2008 Vigevano (PV), Galleria Il Salotto del Tempo

"L’accadere naturale"
2008 Milano, Libreria Storica Bocca

"L’accadere naturale delle cose"
2007 Broni (PV), Circolo Contardo Barbieri

"La quiete del rosso"
2006 Milano, Galleria Entroterra

"Oggetto-soggetto"
2005 Abbiategrasso (MI), Vetrina dell’Arte

"Bucolica"
2005 Abbiategrasso (MI), Spazio Habiate Arte

"Bucolica"
2005 Nerviano (MI), Ex Monastero degli Olivetani

"Bucolica"
2004 Vigevano (PV), Palazzo Merula Archivio Storico