Farahzad Behnam Alì

Essenza
title: ESSENCE Artist: b.a. Farahzad Year: 2005 Technique: beeswax, rose water dimensions: 180 cm x 85 cm x 20 cm

Biografia

Italiano:
Si è laureato presso l’Università di Teheran in interior design nel 1973 e in graphic arts nel 1978. Si è poi diplomato in Pittura presso l’Accademia di BelleArti di Brera a Milano con Luciano Fabro nel 1987. Dal 1980 vive e lavora a Milano dove ha collaborato come illustratore con numerose case editrici tra le quali si annoverano Rizzoli, Mondadori, Club degli editori, Condé Nast, Duepiù, Per Lui, Vanity Fair, Zoom, Humor Graphic, l’Espresso, Corriere della Sera, Omnibook e Aster periodici. Ha svolto attività come Designer.

Dal 1987 la sua principale ricerca artistica è imperniata sul tema della metamorfosi, tema su cui ha lavorato realizzando molte opere, sia a tempera che a tecnica mista su tele di grandi dimensioni, insieme a una quantità infinita di disegni a china sulla storia e l’evoluzione dell’essere.

Si è laureato presso l’Università di Teheran in interior design nel 1973 e in graphic arts nel 1978. Si è poi diplomato in Pittura presso l’Accademia di BelleArti di Brera a Milano con Luciano Fabro nel 1987. Dal 1980 vive e lavora a Milano dove ha collaborato come illustratore con numerose case editrici tra le quali si annoverano Rizzoli, Mondadori, Club degli editori, Condé Nast, Duepiù, Per Lui, Vanity Fair, Zoom, Humor Graphic, l’Espresso, Corriere della Sera, Omnibook e Aster periodici. Ha svolto attività come Designer. Dal 1987 la sua principale ricerca artistica è imperniata sul tema della metamorfosi, tema su cui ha lavorato realizzando molte opere, sia a tempera che a tecnica mista su tele di grandi dimensioni, insieme a una quantità infinita di disegni a china sulla storia e l’evoluzione dell’essere. Nel febbraio 2008 ha esposto le sue opere in una mostra personale presso lo Studio Lattuada di Milano. Ha partecipato ad importanti mostre personali e collettive, fra le quali si segnalano: Castello Sforzesco, sala viscontea, 1985 e 1987, Palazzo Reale, Sede dell’Arengario, 1990, Milano; Triennale, 1991, Milano; Rotonda della Besana, 1992, Milano; Civico Museo Archeologico, 1992, Milano. Ha inoltre dedicato costantemente la sua ricerca, presso il proprio spazio espositivo privato “FARAHZADART” a Milano, allo sviluppo e all’indagine dei seguenti contenuti: Mondo dell’Uomo, 1987; Mondo degli Animali, 1988; Mondo delle Piante, 1989;Il Senso del Senso, 1990; Piazza dei mille volti, 1991; Viaggio nella muffa, 1991; Acqua, 1992; La destinazione deigemelli, 1993; Alchimia, 1994; L’energia e le Onde Elettromagnetiche, 1995;Pensare senza testa, 2003, 2004; pensare senza testa, in occasione del salone internazionale del mobile desine, 2004; Scolpire il vuoto, 2004, 2005; Il Matrimonio degli Alberi, 2006; La terra si nutre dei suoi figli, 2007; Animali Uomini, Uomini Animali, filosofia da vedere, 2007; Annullare il tempo, 2008; Evoluzione dell’Anima, 2008; Sei un Eroe, 2008; La Morte, buon viaggio, 2009; Mister X, 2009; Pausa, un’esperienza per non riflettere, 2010; scala mobile – “utopia concreta”, galleria arte centro lattuada studio il diaframma, 2010; Abisso trasparente, Filosofia da vedere, 2010; Dimenticare la mente, 2011; Sonno sogno segno, 2011; Mondo pollaio, 2011; Pausa musicale, in occasione del salone internazionale del mobile design, 2011; la regola della mano destra, magi 900 musum, 2011; Pupazzi in attesa dell’anima, 2011; La mia vita è come uno scatto polaroid, appare lentamente, 2012; La carta d’identità di un caprone espiatorio, Un caprone, storia tra il bene e il male, 2012; stop wars. filosofia da vedere, 2012; now, milano photofestival, 2012; conversazioni con l’ombra, 2012; Simbiosi 2012; Un bridisi per l’uropa? 2013; il tuo sogno e’ la mia opera d’arte 2013; io sono il padrone assoluto di tutto il vuoto ed il nulla del mondo 2013; chi tocca muore 2013; la porta 2013; milano foto festival 2013; vuoto tra le parole; abito nel mio corpo (in affitto) di un metro quadrato 2013; un racconto vero di questi giorn 2013i; capovolto; l’arte e’ uno stupro spirituale 2013; cara arte, noi stiamo bene. Ma tu che cosa vuoi da noi?; pardeh-khani (naghal) 2014; essenza 2014; illuminazione spirituale 2014; Spyart 2014; Le parole sono il futuro dell’arte, 2014; Energia per la vita, Museo della Permanente, 2014; De Rerum Natura, Palazzo Leone da Perego, 2014; L’arte ama l’arte, 2014; Arte per cena, Museo Della Permanente, 2014; Il Vuoto tra le due Parole, 2015; Questa Bicicletta è La Mia Opera D’arte, 2015; Arte Involontaria, 2015; Semaforo Rosso: Pausa Obbligatoria, 2015; Passeggino: Nuove Direzioni Possibili, 2015; “Miscellanea” Museo della Permanente, 2015; Perla, 2016; Poetica in Dialogo, Museo della Permanente, 2016; Acqua…., 2016; I Fiori nascono lontani dalla loro radici, 2016; Fondi di caffè, questa è la mia opera d’arte, 2016; Un Regalo, 2017; Dialogo d’artista, Museo della Permanente, 2017; Il Tempo, 2018; Trappola Per Immagini 1, Opera Fantasma, Bocconi Art Gallery Milan, 2017; Trappole Per immagini 2, 2018; Urbanart, Museo Della Permanente 2018; Il Tempo, 2018. 12 April 2019 – Exhibition in Iranian Artists Forum Tehran, Iran. 14 May 2019 – Exhibition in Sotheby’s contemporary art auction at the national science and technology museum Leonardo Da Vinci Milan, Italy. 23 May 2019 – Exhibition in 500 ANNIVERSARY OF LEONARDO DA VINCI at Museum of Permanente Milan, Italy
_______________________________________________________________________________________________________

English
Graduated from the University of Teheran in Interior Design in 1973 and in Graphic Arts in 1978. Later qualified in Painting at the Fine Arts academy of Brera in Milan with Luciano Fabro in 1987. Since 1980 Behnam Alì Farahzad has lived and worked in Milan where he has collaborated as an illustrator with a wide variety of publishing houses like Rizzoli, Mondadori, Club degli Editori, Condé Nast, Duepiù, Per Lui, Vanity Fair, Zoom, Humor Graphic, Espresso Magazine, Corriere della Sera, Omnibook and Aster Magazines.He has also worked as a designer. Since 1987 most of his professional research has centred upon the theme of metamorphosis, a recurrent theme that has figured in many of his works, both tempera and mixed techniques on large canvases with an infinite amount of ink works depicting the history and evolution of being.In February 2008 he exhibited his works in a personal show at Milan’s Studio Lattuada. He has taken part in important personal and collective exhibitions, including: Castello Sforzesco, the Sala Viscontea, 1985 and 1987, The Royal Palace (Palazzo Reale) at the Arengario, 1990, Milan; the Triennale, 1991, Milan; the Rotonda della Besana, 1992, Milan; the City Archaeological Museum (Civico Museo Archeologico), 1992, Milan. He has consistently carried out his research projects in his own private exhibition rooms “FARAHZADART” in Milan, dedicating them to the development and exploration of the following subjects: The World of Man, 1987; The World of Animals, 1988; The World of Plants, 1989; The Sense of Sense, 1990; The Square of the Thousand Faces, 1991; A Journey in Mould, 1991; Water, 1992; The Destination of Twins, 1993; Alchemy, 1994; Energy and Electro-Magnetic Waves, 1995; Thinking Without A Head, 2003, 2004; Thinking Without A Head during the International Furniture and Design Fair, 2004; Sculpting the Void, 2004, 2005; The Wedding of Trees, 2006; The Earth Finds Nourishment in its Children, 2007; Men Animals, Animal Men, Philosophy to See, 2007; Annulling Time, 2008; The Evolution of the Soul, 2008; You’re A Hero, 2008; Death, Bon Voyage, 2009; Mister X, 2009; Pause, An Experience In Order Not To Reflect, 2010; Escalator – “concrete utopia”, Centro Lattuada Art Gallery, Studio Il Diaframma, 2010; Transparent Abyss, Philosophy to See, 2010; Forgetting the Mind, 2011; Dream Dream Sign, 2011; Chicken Hutch World, 2011; Musical Pause, during the International Furniture andDesign Fair, 2011; The Rule of the Right Hand, Magi 900 Museum, 2011; Puppets Waiting for A Soul, 2011; My Life Is Like A Polaroid Shot (it appears slowly), 2012; The Identity Card Of A Scapegoat; A Mountain Goat, a story about good and evil, 2012; Stop Wars. Philosophy To See, 2012; now, milano photofestival, 2012; conversations with the shadow, 2012; Simbiosi 2012; Un brindisi per l’Europa? 2013; Il tuo sogno è la mia opera d’arte, 2013; Io sono il padrone assoluto di tutto il vuoto e il nulla del mondo, 2013; Chi tocca muore, 2013; La porta 2013; Milan Photo Festival 2013; Vuoto tra le parole; Abito nel mio corpo (in affitto) di un metro quadrato, 2013; Un racconto vero di questi giorni, 2013; Capovolto; L’arte è uno stupro spirituale, 2013; Cara arte, noi stiamo bene. Ma tu che cosa vuoi da noi?, Pardhe – khani 2014; Essenza, 2014; Illuminazione spirituale, 2014; Spyart 2014; Le parole sono il futuro dell’arte, 2014; Energia per la vita, Museo della Permanente, 2014; De Rerum Natura, Palazzo Leone da Perego, 2014; L’arte ama l’arte, 2014; Arte per cena, Museo Della Permanente, 2014; Il Vuoto tra le due Parole, 2015; Questa Bicicletta è La Mia Opera D’arte, 2015; Arte Involontaria, 2015; Semaforo Rosso: Pausa Obbligatoria, 2015; Passeggino: Nuove Direzioni Possibili, 2015; “Miscellanea” Museo della Permanente, 2015; Perla, 2016; Poetica in Dialogo, Museo della Permanente, 2016; Acqua…., 2016; I Fiori nascono lontani dalla loro radici, 2016; Fondi di caffè, questa è la mia opera d’arte, 2016; Un Regalo, 2017; Dialogo d’artista, Museo della Permanente, 2017; Il Tempo, 2018; Trappola Per Immagini 1, Opera Fantasma, Bocconi Art Gallery Milan, 2017; Trappole Per immagini 2, 2018; Urbanart, Museo Della Permanente 2018; Il Tempo, 2018. 12 April 2019 – Exhibition in Iranian Artists Forum Tehran, Iran. 14 May 2019 – Exhibition in Sotheby’s contemporary art auction at the national science and technology museum Leonardo Da Vinci Milan, Italy. 23 May 2019 – Exhibition in 500 ANNIVERSARY OF LEONARDO DA VINCI at Museum of Permanente Milan, Italy



Contatti

Farahzad Behnam Alì
Via Tarchetti 5 - 20121 Milano
Tel. +39 02 6554489
Mail info@farahzadart.com
Sito web www.farahzadart.com


Esposizioni

Le sale del museo rimarranno chiuse al pubblico fino al 3 giugno per permettere lo svolgimento di un evento privato.

Grazie