Montani Sara

Vestale
tecnica mista su rame, 2009 - 100x50 cm

Biografia

Sara Montani nasce a Milano nel luglio 1951, si forma al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Brera (scenografia) con Tito B. Varisco e Guido Ballo, figure di docenti/artisti che diverranno significative nel futuro lavoro. Consegue l’abilitazione all’insegnamento di discipline pittoriche e di educazione artistica e si dedica all’insegnamento fino al 1991, sperimentando con i ragazzi allestimenti di spettacoli teatrali, dei quali cura regia, sceneggiatura e scenografia. Nel 1997 partecipa al laboratorio filosofico-artistico Pensare l’Arte, a cura da Trivioquadrivio con Derridà, Sini e Studio Azzurro.

Dal 1973 Sara Montani espone in mostre, personali e collettive, in Italia e all’estero, prediligendo progetti tematici. Accoglie nelle proprie opere il vissuto personale e oggetti reali, utilizzando diverse tecniche espressive: dalla pittura alla fotografia, dall’incisione alla scultura alle installazioni. Consegue diverse segnalazioni e premi, tra cui il Premio Arte Mondadori per la Pittura nel 1994 e il Premio Nazionale di Scultura di Spinetoli (AP) nel 2001. Dal 1997 si interessa al concetto di monostampa e monotipo mettendo in relazione gli effetti delle tecniche di stampa. Espone a Montecampione (Bs), al Torchio di Porta Romana a Milano, alla Diamonds & Dust Art Gallery di Amriswil (Svizzera), al Concorso Mondiale Ex Libris della Civica Galleria D’arte Moderna di Gallarate (VA), alla Fondazione Nazionale Collodi, allo Studio 2B Boggi Arte di Bergamo dove presenta anche una performance tratta da La Sibilla ambientale di Domenico Cara.

Dal 1998 è direttore artistico dell’Associazione Boccafogli, denominata oggi Associazione Livia e Virgilio Montani, della quale ne è anche presidente. Su regole e trasgressioni si fonda l’intuizione che consentirà nel 1999 di dar vita al progetto formativo di incisione. Nascerà così La stamperia con sede in una scuola primaria di Milano. Parallelamente, dal 2001 al 2010, conduce laboratori espressivi di Tecniche pittoriche per la Fondazione Carcano di Mandello Lario (LC) dove nel 2000 presenta In ragione di un filo sottile, monoprint e incisioni, a cura di G. Gatti. Nelle mostre dal 2000 al 2006 si individua il cammino costante nella ricerca di sé e dell’altro. La sua poetica si radica in una fiducia nel lavoro collettivo e pluridisciplinare che consente di dare vita e valore all’unicità della persona. Sono le mostre a quattro mani con F. Dossi alla Biblioteca Civica di Macherio (MI), con Lamonato alla Pinacoteca Comunale di Varallo Pombia (NO) e, a cura di A. Conz, a Polignano (PC), per la qual mostra prepara una cartella di incisioni con poesie di Cara. Nel 2003 è invitata alla VIII Triennale dell’Incisione alla Permanente di Milano ed in Giappone, dove espone in personali e collettive: alla Galerie Paris, Yokohama, alla Gallery Pastel, Saitama Minami Koshigaya, alla Gallery Rei di Fukushima, alla Gallery Gitankan a Kamakura. A cura di Cecilia De Carli presenta Sosia d’ombra al Castello Visconteo di Trezzo sull’Adda (MI) e nel 2004 Cascina Roma, San Donato Milanese (Milano).

Nel 2005 partecipa a Power in print, Congresso Internazionale della Stampa, Washington DC. Nel 2007 viene invitata alla IV Edizione della Triennale di Ex libris al Museo di Artà, Arad Romania. Del 2008 a cura di A. Veca è Tracce e rimandi al Centro dell’incisione Alzaia Naviglio Grande. Nel 2010 è invitata con alcune opere alla rassegna Maestri dell’incisione Italiana Contemporanea, al Museo Civico Ala Ponzone a Cremona. La mostra diverrà poi una Donazione al Museo della Slesia di Katowice, Polonia.

Del 2011 è l’invito di V. Sgarbi e G. Grasso al Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia, dove viene presentato anche il Domino01, ideato da Vittorio Ferri, a cui Sara partecipa. Il domino01 verrà poi esposto alla Galleria San Carlo a Milano. Farà seguito il domino02: Aqua, a cura di Mohsen Rezayat presentato a Conaton Board, Xavier University, Cincinnati, Ohio, poi spostato a AEC Gallery, Covington, Kentuky. Partecipa in luglio a Scripta manent, Foyer di Spazio Oberdan a Milano. Nel 2012 per avvicinare l’arte e gli artisti ai bambini, dà vita alla Galleria delle Lavagne, uno spazio espositivo per l’arte, collocato in un’altra scuola primaria. Contemporaneamente partecipa a Il viaggio di Solimano, a cura di Diana Lomeihing al Museo di Storia Naturale di Milano e al Museo Civico di Chiusa (BZ). Susanna Vallebona la invita all’Acquario Civico di Milano, Toti Carpentieri al 40° Premio Sulmona, Rassegna Internazionale di Arte Contemporanea presentata da Sgarbi e alla Sesta Triennale d’Arte Sacra Contemporanea, cui già era stata invitata nel 2006 e 2003, a Lecce. Del 2013 e 2014 sono le mostre A misura mia e Oltre Misura, alla Galleria d’arte Contemporanea Cascina Roma, San Donato Milanese. Il progetto vede a confronto le opere di Sara e dei ragazzi della Scuola Media e del Liceo di San Donato inerenti alla Carta Universale dei Diritti Umani.

Nel 2016/2017 e nel 2021/2022 è di nuovo membro della Commissione Artistica del Museo della Permanente di Milano. Nello stesso periodo avvia “Artinaula”, progetto realizzato all’interno delle scuole dell’obbligo con l’obiettivo di portare le opere d’arte e gli artisti all’interno delle classi.

Realizza negli anni diversi libri d’artista e cartelle con incisioni e autori vari. Tra le pubblicazioni citiamo “Vale la pena di… pensare e fare con arte” con E. Pelanda, edito da FrancoAngeli (Milano 1999), Sara Montani “Le regole del gioco”, con introduzione di Luca Nicoletti, edito da Sblu-Spazio al bello (Milano 2015) e “Sara Montani. Vivere l’arte”, con introduzione di Elena Pontiggia, edito da Silvana Editoriale (Milano 2022).

Nel triennio 2022/23 – 2023/24 – 2025/26 viene eletta membro del Consiglio Direttivo della Permanente di Milano.
Non abbandona mai, nel trascorrere degli anni, l’attività di curatela di manifestazioni, mostre ed eventi a carattere socio-culturale. Sue opere sono presenti in diverse collezioni private, pubbliche e istituzioni museali in Italia, Francia, Belgio, Romania, Svizzera, Germania, Giappone, Stati Uniti, Polonia, Repubblica Dominicana.

Sito internetFacebookInstagram


Contatti

Montani Sara
via Noto 15, Milano
Tel. 02.43119526, 3382723286
Mail info@saramontani.com
Sito web www.saramontani.com


Esposizioni

2018 La terra rispondeva con un ruggito fertile,
Studio Montani, Milano.

2018 Ex Samplers
A cura di Gabriella Anedi. Rossignano Monferrato (Alessandria)

2018 #urbanart
A cura di C. Catiri, G. Crisanti, A. Mazzotta. Museo della Permanente. Milano

2018 in piena libertà
A cura di Alfredo Mazzotta. Al Liceo Artistico di Brera - #SpazioHajech. Milano

2017 Seduzioni d'artista - Per mangiarti meglio
A cura di Gigliola Foschi. Museo della Permanente. Milano

2017 Quando un libro è espressione d'Arte
Spazio Mantegna. Milano.

2017 Confronti
A cura di Patrizia Foglia. Besana in Brianza (Monza)

2017 La terra rispondeva con un ruggito fertile
Studio di Sara Montani. Milano

2017 Contexto
A cura di Davide Dall'Ombra. Edolo (BS)

2017 L'ascolto della forma
Studio di Sara Montani. Milano

2017 Dialogo d'artista
La Permanente. Milano. A cura di L. Di Fazio, A. Campanella, S. Montani.

2017 Oggetto Libro in Triennale
La Triennale di Milano. Milano.

2017 È carta
Spazio Mantegna. Milano

2017 Segni d'arte del nuovo millennio
Museo della Permanente. Milano

2016 Reinterpretata e trasformata
Spazio espositivo del Comune, Pradalunga (Bg).

2016 Oggetto Libro a BreraDesignDays
Mediateca Santa Teresa, Milano.

2016 Oggetto Libro
IED Istituto Europeo di Design, Firenze.

2016 Aria
Galleria d'Arte Orler, San Martino di Castrozza.

2016 Oggetto libro
La Cavallerizza, Biblioteca Nazionale Braidense, Milano.

2016 Il segno inconscio
Galleria di Arte Contemporanea "V.Guidi", San Donato Milanese (Mi).


2016 Ciò che vive
Museo Giuseppe Scalvini, Desio.

2016 Poetiche in dialogo
Palazzo della Permanente, Milano.

2016 Contemporaneità del pane
Castello normanno Svevo, Salemi (TP).

2015 Incisioni ITA- BRA_PEP.
Biblioteca Comunitaria Jornalista Carlos Castello Branco - Ufpi. Teresina. Piauì. Brasile.

2015 Opere di 65 artiste, Spazio Hajech.
A cura della commissione artistica della Permanente. Milano.

2014 Energia per la vita
Palazzo della Permanente,Via Turati 34 Milano

2014, Oltre Misura
Galleria d’arte Contemporanea Cascina Roma, San Donato MI

2013 40° Premio Sulmona
Polo Museale Civico Diocesano. Sulmona

2013, A Misura Mia
La Scuola diventa Galleria . Liceo Primo Levi, Milano.

2012 Una valigia tutta sblu.
Acquario Civico di Milano e Sblu_spazioalbello, Milano.

2012 domino02: Aqua.
Conaton Board, Xavier University, Cincinnati, Ohio.

2012, Sesta Triennale d’Arte Sacra Contemporanea
Antico Seminario Lecce.

2012, Il viaggio di Solimano.
Museo di Storia Naturale di Milano.

2012, Flying elephants - Il giardino segreto.
Museo Civico di Chiusa. Chiusa ( Bolzano).

2012, domino01
Galleria San Carlo, Milano

2011 Biennale di Venezia
Padiglione Italia 54a esposizione d’arte. Torino

2011, Scripta manent.
Foyer di Spazio Oberdan. Milano.

2010 Maestri dell’incisione Italiana Contemporanea
Museo civico Ala Ponzone Cremona

2010 Maestri dell’incisione Italiana Contemporanea
Museo della Slesia di Katowice, Polonia.

2009 Il Museo e gli amici artisti e collezionisti
Palazzo della Permanente Milano.

2009 V Triennale d’Arte Sacra Contemporanea.
Antico Seminario Lecce

2008 Tracce e rimandi
Centro dell’incisione Alzaia Naviglio Grande. Milano.

2008 Una via Crucis.
A cura di Cannaò. Palazzo Comunale Corsico (Mi) e Palazzo della Permanente, Mi.

2007 IV Edizione della Triennale
di Ex libris Joan Slavici. Museo di Artà, Arad, Romania.

2005 Sara Montani
Galleria Rei, Fukushima, Giappone

2005 Power in print
Congresso Internazionale della Stampa Washington DC

2004 VIII Triennale dell’Incisione
Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, Milano.

2004 Sosia d’ombra
Castello Visconteo. Trezzo sull’Adda (Milano).

2002 Tanto per mettere la vita in riga
A quattro mani con Luciano Lamonato. Pinacoteca Comunale Villa Soranzo. Varallo Pombia (No).

2001 Dissonanti Consonanze
A quattro mani con Fausta Dossi. Biblioteca Civica. Macherio (Milano).

2001 Itinerari dell’eco.
Rocca Della Fontanazza, Polignano (Piacenza).

2000 VII edizione Nazionale di Scultura
Museo della Scultura di Spinetoli.(Ascoli Piceno).

1999 L’Uomo del Terzo Millennio.
Civica Galleria D’arte Moderna Gallarate (Va), Louvain La Neuve (Belgio), a Nantes (Francia).

1998 Sara Montani
Diamonds & Dust, Art Gallery. Amriswil, Svizzera.

1997 Haiku. La forma delle cose.
Sala Mostre, Montecampione (Brescia).

1997 Nodi… in reale e virtuale.
Il torchio di Porta Romana. Milano.

1994 Premio Arte Mondadori.
Targa d’argento. Casa d’Aste Finante. Milano.

Le sale del museo rimarranno chiuse al pubblico fino al 3 giugno per permettere lo svolgimento di un evento privato.

Grazie