Stella Isa

Con le funi del vento 2
2014 - totem bifacciale tela - cm 150x 50 + base

Biografia

Isa Stella ha cominciato l’attività artistica verso la metà degli anni Settanta partecipando a corsi di nudo presso l’Accademia di Belle Arti di Brera E’ stata allieva di Dolores Grigolon, pittrice padovana. Ha frequentato la scuola di pittura del maestro venezuelano Jacobo Borges presso l’Accademia Internazionale di Salisburgo, fondata da Oscar Kokoschka. A Venezia ha seguito corsi di grafica alla Bottega del Tintoretto.
Ha sviluppato negli anni un passaggio graduale dal figurativo all’ informale, mantenendo una decrescente presenza della figura. La sua pittura è fondata sulla ricerca del segno e del colore ed è di matrice espressionista.
Dal 2006 è socia della Sociètà per le Belle Arti ed Esposizione Permanente di Milano. Fa parte dell’Associazione Artistica Città di Padova e del gruppo Artisti della Saccisica
Hanno espresso giudizi sulla sua pittura: Jacobo Borges, Richard Demel, Umberto Marinello, Paolo Rizzi, Giorgio Segato, Camillo Semenzato, Stefano Santuari, Andrea Stassano e altri.
Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero, riportandone riconoscimenti. E’ sul catalogo di Arte Moderna 2007. edito dalla Mondatori. Piemontese di origine, vive e lavora in Padova.

Cenni critici

“Movimenti e mutazioni” Giorgio Segato
…Il movimento e la mutazione consentono a Isa Stella di andare oltre le finestre, oltre il diaframma dell’apparente, di attraversare mentalmente e metaforicamente le “stanze della memoria”, i cancelli che ci separano dai giardini fioriti, dal rigoglio edenico della natura e delle emozioni antiche e fonde, e anche di entrare nel ritmo di un hot jazz o di un sensuale tango figurato, guidata semplicemente dal gesto e dal colore, dal comporsi e scomporsi delle cromie, dai giochi degli accostamenti in cui prevalgono blu, rosso, giallo ocra, verdi e tocchi di bianco in varietà di toni vicini e intermedi, che mirano a cogliere per via intuitiva magiche simmetrie e gamme armoniche proprie della musica…

“Donne in cammino” Umberto Marinello
… Isa Stella esalta la marcia delle donne verso il proprio riscatto, ed è una marcia che prende origine e che è sostenuta dalla dignità consapevole della donna stessa che, nella lettura di questi quadri, appare decisa a conquistarsi il futuro con le proprie forze. La figurazione è in genere abbozzata, perché ciò che conta è la sola identificazione femminile, mentre è il movimento, in un contesto cromatico volutamente travolgente a dare il senso profondo dell’opera…
…Il suo è un modo di raccontarsi che non consente mediazioni. Il suo racconto aggredisce e quando se ne è colpiti non si riesce a restarne fuori.



Contatti

Stella Isa
via Monte Solarolo, 9A 35141 Padova
Tel. 338.2647070 + 339.8066041
Mail isastella@gmail.com
Sito web www.isastella.it


Esposizioni

Artisti 2014
Galleria Città di Padova - 2014

35 anni di Arte
Scuderie Palazzo Moroni - Padova - 2013

Roumania & Intl
Galleria Simeza - Bucarest - 2012

Artisti della Saccisica
Kunsteverein - Senden Ulm - 2012

Lo sport nell’arte (Coni)
Centro culturale S.Gaetano - Padova - 2012

Donne in cammino
Galleria Fedrizzi - Cles - 2010

Artisti della Permanente
Palazzo della Permanente - Milano - 2010

Movimenti e mutazioni
Galleria La Rinascente - Padova - 2008

Arte fiera di Firenze
Galleria Mentana - Firenze - 2008

Artisti della Permanente
Palazzo Gallio - Gravedona - 2008

Il nuovo costruttivismo
Libreria Bocca - Milano - 2007

Acquerelli e chine
Galleria S.Luca - Sirmione - 2006

Ventipiùcento
Palazzo della Permanente - Milano - 2006

Dal figurativo all’informale
Galleria S.Isaia - Bologna - 2005

Artisti in cielo e in terra
Libreria Bocca - Milano - 2005

Arte fiera di Padova
Palazzo Fiera - Padova - 2003

Oli e acquerelli
Galleria S.Vidal - Venezia - 2000

Rassegna artisti veneti
Villa Breda - Padova - 1998

Arte fiera di Vicenza
Palazzo Fiera - Vicenza - 1996

La magia dell’acquerello
Villa Contarini - Piazzola S/Brenta - 1996

Rassegna allievi
Accademia internazionale - Salisburgo - 1995

Sala della colonna
Palazzo vescovile - Cles - 1994

Sala degli specchi
Caffè Pedrocchi - Padova - 1993

Le sale del museo rimarranno chiuse al pubblico fino al 3 giugno per permettere lo svolgimento di un evento privato.

Grazie